I pavimenti in legno dell’azienda PARAL

I pavimenti in legno

I pavimenti in legno non costituiscono più un rivestimento da utilizzare esclusivamente per le case di villeggiatura in montagna, ma la moda vuole che essi vengano usati anche per le normali abitazioni di città, rendendo lo stile più elegante e raffinato. Oltre al suo valore estetico il rivestimento in legno offre numerosi vantaggi essendo un buon isolante termico e possiede anche una forte resistenza all’usura. Inoltre è adatto a varie tipologie di interni, sia moderni che classici.

Le varie tipologie di pavimenti in legno

Le varie tipologie di pavimenti in legno Paral si differenziano per diversi aspetti come spessore, finitura, formato e posa. La distinzione maggiormente conosciuta è quella tra il legno massiccio e quello multistrato. Nel primo caso si tratta di un blocco unico di legno che a seconda della finitura può essere: grezzo se non è levigato, prefinito se è solo da posare poiché è levigato e verniciato direttamente dal fornitore e infine precalibrato se comprende elementi ad incastro. Nel secondo caso vi è la tipologia del multistrato se il pavimento è composto da due o tre strati di legno, dove quello superiore è sempre formato da legno massiccio. Se il rivestimento in legno ha uno spessore di di 2,5 mm viene definito parquet.

La classe d’aspetto dei pavimenti in legno

La vecchia suddivisione dei PAVIMENTI in LEGNO in prima scelta, alburnata e nodata è stata sostituita con una classificazione più moderna, in uso in vari stati, che prevede tre classi, ognuna delle quali contraddistinta da un simbolo: la prima è “O” che riguarda quel legno che elimina completamente i difetti naturali come nodi o alterazioni cromatiche, dando un aspetto liscio e omogeneo in ogni sua parte; la seconda è “∆” e consente piccoli difetti non troppo evidenti e infine la tersa classe d’aspetto è “ρ” e comprende quei rivestimenti che hanno un aspetto più naturale essendo presenti difetti e variazioni cromatiche. La classe d’aspetto può essere scelta in base allo stile che si intende formare nel proprio arredamento. Se l’ambiente è più elegante sarebbe consigliato usare un pavimento in legno della prima classe d’aspetto, l’ultima invece è più appropriata per i design più rustici.

Il colore dei pavimenti in legno

Il colore dei pavimenti varia a seconda del legno utilizzato. Infatti vi sono principalmente quattro tonalità differenti che prendono l’essenza dalle tipologie di alberi. La prima è quella chiara se il materiale utilizzato deriva da abete, faggio, frassino, rovere e acero; la seconda è scura se si tratta di larice, jatoba e cabreuva. Dagli alberi come l’acero rosa, il ciliegio e il merbau derivano i pavimenti in legno rosati. Infine la quarta tonalità è quella bruna che prende il colore dall’olivo, noce, acacia e rovere anticato. Quando si va a scegliere i pavimenti in legno occorre comunque tenere presente che la loro essenza varia anche a seconda della luce naturale che conferisce sfumature e gradazioni particolari.

Comments are closed.

Swiftray Theme Powered by WordPress