17 milioni di italiani alle urne per le elezioni comunali 2015

Il rinnovo degli organi istituzionali dei comuni provocherà la mobilitazione di circa 17 milioni di italiani, che si recheranno alle urne, aperte dalle 7 del mattino alle 23 di sera, per eleggere il nuovo sindaco e il relativo Consiglio Comunale. Le elezioni comunali 2015 avranno luogo, nella maggior parte dei comuni, il giorno 31 maggio.

L’election day per le elezioni comunali 2015

Il decreto legge approvato dal CdM e firmato dal Ministro dell’Interno Angelino Alfano in data 19 marzo, fissa come prima giornata utile per le votazioni il 31 maggio, ovvero l’Election day. In occasione delle elezioni comunali, i cittadini dei comuni di alcune regioni, si recheranno al voto anche per il rinnovo del Presidente di Regione e del Consiglio Regionale.

L’intenzione di unire in un’unica giornata le due tipologie di votazione si spiega con delle motivazioni di natura economica, tale decisione ha infatti consentito di risparmiare 100 milioni di euro.

Nella stessa giornata quindi andranno al voto oltre 1000 comuni e 7 regioni del territorio nazionale.
ballottaggio nelle elezioni comunali 2015

Le date per le elezioni comunali 2015 oltre l’Election day

Le elezioni amministrative 2015 coinvolgono 1063 comuni su un totale di 8047 comuni italiani. Tra i comuni che si recheranno alle urne vi sono 550 comuni appartenenti alle regioni a statuto speciale e 513 appartenenti a quelle a statuto ordinario.

Per la quasi totalità di tali comuni la data di votazione corrisponde alla domenica del 31 maggio. Tuttavia vi sono alcune eccezioni, i comuni della Sicilia interessati dal voto dispongono infatti di due giornate per recarsi alle urne: il 31 maggio e il 1ºdi giugno.

A ciò si aggiunga l’anticipazione delle elezioni comunali 2015 che ha interessato i comuni di due regioni: la Valle d’Aosta e il Trentino Alto Adige.

Gli abitanti di tali comuni hanno già espresso il loro voto in data 10 maggio. Dai risultati delle votazioni dei comuni di queste due regioni si è potuto constatare che quest’anno l’astensione dal voto è in significativa crescita.

Il comune di Castelfondo invece ha visto un rinvio delle elezioni comunali del 2015 perché non era stata presentata la lista dei candidati. Sono poi state dichiarate non valide le elezioni amministrative nei comuni di Faedo (TN) e Ortisei (BZ) per il fatto che non si è riusciti a raggiungere il quorum dei votanti.
Tra i comuni al voto vi sono 20 capoluoghi di provincia e regione, come Aosta, Trento e Venezia.

Il ballottaggio nelle elezioni comunali 2015

L’eventuale turno di ballottaggio è stato fissato per il 14 di giugno. I comuni siciliani che già dispongono di una doppia possibilità di votazione, possono affrontare il ballottaggio in due date: la domenica del 14 giugno e il lunedì del 15 giugno.

Il ballottaggio riguarderà solo i comuni che presentano una popolazione che conta più di 15 mila abitanti. Tale cifra esclude di fatto, dal turno di ballottaggio, tutti i comuni interessati dalle elezioni della regione Liguria.

La popolazione legale presa in considerazione per l’eventuale turno di ballottaggio è quella che risale al censimento dell’anno 2011.

Bolzano, Trento, Giugliano, Andria e Venezia sono alcuni dei comuni partecipanti che contano una popolazione che supera i 100.000 abitanti, mentre il Comune di Castelmagno, che ricomprende una popolazione di appena 77 abitanti, rappresenta la più piccola realtà demografica tra i comuni che prendono parte alle elezioni comunali 2015.

 

Comments are closed.

Swiftray Theme Powered by WordPress