Conoscere la tecnologia della fibra ottica

Fibra ottica: caratteristiche principali

Quando si parla di fibra ottica, si parla di un insieme di filamenti sottilissimi, costituiti da fibra di vetro o da polimeri ed inseriti all’interno di una guaina di gomma. Per “sottilissimi”, si intende un diametro che si aggira intorno ai 100 micron, ossia la stessa misura del diametro di un capello.

Con questi spessori, anche il peso è molto basso, visto che un chilometro di filamenti di fila ottica pesa meno di 2 chili.

Oltre allo spessore, altre importanti caratteristiche della fibra sono la trasparenza e la purezza. Ogni fibra è caratterizzata da due strati concentrici, uno più interno detto “core” ed un altro esterno detto “cladding”.

I due strati presentano caratteristiche fisiche differenti, che permettono la propagazione della luce all’interno della fibra senza dispersione, grazie anche alla protezione in gomma che permette di mantenere la fibra isolata dall’ambiente esterno.

La fibra ottica e internet

Grazie alle sue caratteristiche fisiche, la fibra ottica si è imposta nel mercato delle telecomunicazioni come alternativa moderna ai doppini telefonici per la trasmissione dati, in particolare per la rete internet.

Rispetto ai classici cavi dell’ADSL, infatti, la fibra ottica offre moltissimi vantaggi: il primo, naturalmente, è la velocità di trasmissione, che può raggiungere i 100 Mega anche se le velocità medie si aggirano intorno ai 30 Mega.

Un altro importante parametro è la minore interazione con campi elettrici e con i disturbi causati dalle instabilità atmosferiche, soprattutto in caso di temporali: questo significa che il segnale della fibra ottica è sempre ben definito e non subisce cali come succede invece, spesso, al segnale che viaggia sul doppino telefonico.

Queste caratteristiche permettono al segnale non solo di essere più veloce, ma anche di avere una maggiore performance.

Tipologie di collegamento in fibra ottica
Tipologie di collegamento in fibra ottica

Quando si parla di fibra ottica, tuttavia, non si intende un unico tipo di collegamento, ma almeno due. Il primo, denominato FTTS (dall’inglese Fiber To The Street), indica quei collegamenti in cui la fibra ottica parte dalla centrale ed arriva alla centralina in strada più vicina all’utenza che deve ricevere il servizio, ma non fino all’utenza stessa.

La parte finale del raccordo, infatti, ossia gli ultimi 200-250 metri, è costituita ancora dal doppino in rame, che porta la rete fino al computer dell’utente. Il collegamento di tipo FTTH (dall’inglese Fiber to the Home) è invece un collegamento completo, che parte dalla centrale ed arriva fino al computer dell’utente.

Questo tipo di connessione è sicuramente la più veloce ed è quella maggiormente richiesta da quanti necessitano il trasporto di quantità importanti di dati via internet.

Le offerte sulla fibra ottica

I diversi gestori telefonici promuovono una serie di offerte per i clienti che vogliano passare alla fibra ottica.

Tra le diverse compagnie, Fastweb ha siglato un accordo con Sky per potere offrire non solo internet ad elevata velocità, ma anche una serie di canali televisivi e servizi che non possono mancare, soprattutto in caso di smart-TV.

Per conoscere tutte le offerte promosse da Sky e Fastweb basta collegarsi al sito www.sky.it

 

Comments are closed.

Swiftray Theme Powered by WordPress